Categoria: Vecchie News

Mercato Toro, 6 anni di rialzi

Dopo sei anni di continua crescita il mercato azionario ha subito in questi ultimi giorni una considerevole flessione verso il basso, l’stmib ha rotto nella giornata del 5/3/2007 quota 40000 durante le contrattazioni per poi recuperare dopo le notizie positive che giungevano dal mercato americano.
Sette giorni fa la Cina, col crollo della principale borsa cinese -9%, poi oggi (5/3/2007) Tokyo come un effetto domino, crollo del 4%, le borse europee seguono tali trend, non hanno motivazioni locali per muoversi e sono spinte da questi segnali che giungono dal lontano oriente.
Analizziamo la situazione cinese: dopo i continui e stratosferici aumenti del PIL, la Cina per le crescenti preoccupazioni di un’immente recessione americana (suo principale partner commerciale), ha rivisto o almeno intende rivedere la propria politica economica.
Il regime comunista ha pensato di imporre un freno alla propria crescita per distribuire meglio il reddito (trasferire parte delle ricchezza accumulate dalle città alle povere periferie).
Gli USA stanno planando economicamente verso una crescita zero (attesa verso fine 2007), inizialmente “l’atterraggio” doveva essere morbido, ora si ritiene che sarà alquanto brusco.

Cosa deve fare il risparmiatore italiano che ha posizioni aperte?
In tutta onestà suggeriamo di uscire onorevolmente quanto prima per un take a profit, per chi deve investire, sconsigliamo aperture di posizioni long (se non si tratta di vendite allo scoperto da chiudere entro un anno).